NON SI TRATTA

Giovedi 07 Febbraio #NonSiTratta !

I relatori di questa quarta edizione saranno:
– Stefania Prandi, giornalista, fotografa, autrice del libro “Oro Rosso. Fragole, pomodori,molestie e sfruttamento nel Mediterraneo”;
– Sabrina Scarone, operatrice del progetto N.A.Ve per comune di Venezia

Cancellazione serata con gli Astrofili Veneti al Liceo Berto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A causa del meteo avverso viene cancellato l’incontro  con l’associazione Astrofili Veneti

Seguirà comunicazione per una eventuale ulteriore serata!

PREMIO DI SCRITTURA “LE CITTÀ DI BERTO” 2020 – XXXI edizione

Il Premio “Le città di Berto”, che nel 2020 giunge alla sua XXXI edizione, è un’iniziativa promossa dal Liceo Statale “Giuseppe Berto” di Mogliano Veneto e si rivolge agli studenti delle scuole superiori delle province di Treviso, Venezia, Catanzaro e Vibo Valentia, luoghi legati alla biografia dello scrittore moglianese cui è intitolato il Liceo.

Il concorso di scrittura viene patrocinato dall’amministrazione comunale di Mogliano Veneto, dalla Provincia di Treviso, dall’Associazione Culturale Giuseppe Berto ed anche dall’omonimo Liceo Scientifico “Giuseppe Berto” di Vibo Valentia.

Il Premio si propone di stimolare la creatività giovanile e le eccellenze nell’ambito della scrittura, di favorire nei giovani la lettura e la conoscenza dell’opera dello scrittore Giuseppe Berto, e di promuovere occasioni di incontro e di dialogo culturale tra le scuole del Veneto e le scuole della Calabria, regioni care allo scrittore.

 

Regolamento Le città di Berto 2020

 

Cyberbullismo e dipendenze- il CEIS al “Berto”

 

Si stanno svolgendo e si concluderanno a febbraio gli incontri destinati alle classi prime e terze del nostro Liceo, dedicati rispettivamente al tema del bullismo/ cyberbullismo e a quello delle dipendenze.

Gli operatori del CEIS di Treviso, con un approccio non giudicante ma accogliente, con un linguaggio chiaro e diretto e uno stile comunicativo coinvolgente e piacevole, hanno affrontato temi difficili e spinosi, senza rinunciare alla precisione delle informazioni, offrendo ai nostri studenti l’occasione per riflettere insieme sul significato e sulle conseguenze di tanti  comportamenti potenzialmente a rischio e, tuttavia, assai spesso diffusi nel mondo giovanile.

Il gradimento espresso dai ragazzi e anche da molti docenti è una conferma del fatto che  ogni azione educativa, che ogni attività formativa non possono non trarre vantaggio da momenti come questi, in cui la comunità degli adulti si mette in ascolto di quella dei giovani e poi risponde a quelli che sono i suoi effettivi bisogni.

Ringraziamo, dunque, il CEIS per averci offerto questa importante opportunità, e ricordiamo a chi fosse interessato a conoscere meglio l’ attività dell’associazione ed eventualmente a contribuire ai suoi progetti che è possibile farlo consultando il seguente link:

Open Day UNIUD

Ricordiamo che, a partire dallo scorso 20 gennaio e fino al 6 febbraio p.v., gli studenti possono iscriversi individualmente per partecipare alle giornate di manifestazione, come anche alle simulazioni dei test di ammissione e al lab-time, attività laboratoriali di approfondimento dell’università di UDINE.

All’indirizzo www.uniud.it/studentday è disponibile il programma completo della manifestazione.

Cordiali saluti.

PROGETTO “MARTINA”

Il giorno 10 gennaio, gli studenti di tutte le classi quarte del nostro Liceo hanno assistito, in Aula Magna, a un incontro con i Dott.ri  Maurizio e Gianfranco Bertoldi, del Lions club di Mogliano, sul tema della prevenzione oncologica. Tale incontro rappresenta una delle modalità con cui viene attuato nelle scuole, ormai da molti anni, il progetto “Martina”, nato in Veneto e poi diffusosi progressivamente a livello nazionale e internazionale, per l’alta valenza che ad esso è stata attribuita nell’educare i giovani a prendersi cura della propria salute, anche rispetto a malattie, come quelle oncologiche, che spesso erroneamente vengono attribuite solo al mondo degli adulti.

In realtà, i giovani non solo, purtroppo, possono esserne colpiti, ma soprattutto i loro comportamenti di oggi potranno incidere positivamente o negativamente sull’insorgenza e sul decorso di un’eventuale malattia oncologica in futuro.  Ecco perché è importante informarli sulla necessità di avere condotte sane di vita, di agire per prevenire e per avere diagnosi tempestive nel caso di situazioni sospette. Con la fondamentale consapevolezza che oggi la lotta ai tumori è sempre più vincente e dalla malattia si può guarire.

Con un linguaggio chiaro e semplice, diretto ma non banale i dottori Maurizio e Gianfranco Bertoldi hanno saputo con sensibilità e attenzione proporre ai nostri ragazzi un argomento tanto importante.

Martina, la ragazza che ha dato il nome al progetto, morta a poco più di venti anni per un tumore della mammella non diagnosticato in tempo, ha lasciato al mondo degli adulti questo messaggio e questo impegno:

“che i giovani vengano accuratamente informati ed educati ad avere maggior cura della propria salute … certe malattie sono rare nei giovani ma proprio nei giovani hanno conseguenze molto pesanti”.

 

 

https://www.airc.it/cancro/prevenzione-tumore/prevenzione-per-tutti/codice-europeo-contro-il-cancro

Allegati

Indirizzi anno scolastico 2020/2021

 

Scientifico

Scienze Umane

Linguistico

Classico

 

 

17 gennaio 2020 Notte Nazionale del Liceo classico


Venerdì 17 gennaio è la data scelta a livello nazionale per la sesta edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico, che vedrà contemporaneamente coinvolti più di quattrocento Licei Classici in tutta Italia, ciascuno con una sua proposta (il tema è libero) per celebrare questo percorso di studi, in una manifestazione aperta a tutti e a ingresso libero.

Come al solito, la scelta del Liceo Berto è quella di dare spazio ai ragazzi, protagonisti assoluti sia nella progettazione, sia nella gestione dell’evento.
Formati alla scuola dei classici, che li dota di competenze e passione, i nostri studenti offriranno al pubblico un ventaglio di proposte per mostrare la bellezza del percorso di studi al Liceo Classico.
A partire dalle ore 20.30, con l’apertura della serata in Aula Magna, poi per più di due ore gli ospiti potranno muoversi liberamente fra le aule del primo piano dove i ragazzi si esibiranno in brevi performance di circa 15 minuti, continuamente replicate per dare a ciascuno l’opportunità di assistere a tutte le attività che sono state preparate. Il programma prevede una decina di laboratori su diversi ambiti: si andrà dalla rivisitazione del personaggio di Cleopatra alla spesa intelligente, dalla sezione aurea ai tableaux vivants, dal viaggio virtuale fra le discipline del Liceo Classico al confronto fra i tre tragediografi greci… e molto altro.

Alle 23.45, di nuovo in aula Magna, si assisterà alla conclusione ufficiale della “Notte”, con la lettura del brano finale scelto dal Coordinamento Nazionale (l’incipit dell’Agamennone di Eschilo), recitato contemporaneamente in tutti i Licei Classici d’Italia che aderiscono all’evento.